Al via la campagna di sensibilizzazione nelle scuole bitontine

Al via oggi la campagna di sensibilizzazione per l’anno scolastico 2010-2011. I volontari della cooperativa TASHA e del COPA (Centro Operativa Protezione Animali sez Bitonto) hanno incontrato gli alunni delle classi terze della scuola media Rutigliano nell’auditorium.

Due ore trascorse affrontando varie tematiche del mondo animale con un filo conduttore comune: il rapporto tra animali umani e animali non umani.

I ragazzi hanno potuto conoscere meglio le attività che la TASHA con il COPA svolgono sul territorio comunale ormai da vent’anni. Hanno conosciuto più da vicino il rifugio comunale e come si svolge l’attività lavorativa e volontaria all’interno della struttura.

Poi si è parlato della adozione e detenzione consapevole, dell’esistenza del microchip e dell’anagrafe canina e delle norme italiane che tutelano gli animali d’affezione dai maltrattamenti e torture.

Poi si è fatto un excursus sulla storia del rapporto uomo-cane e sulle svariate attività nelle quali il migliore amico a quattro zampe accompagna l’uomo, per es. il cane pastore, il cane per non vedenti, il cane per la pet therapy e anche il cane astronauta, da cui si è tratto spunto per approfondire alcune tematiche riguardanti l’utilizzo improprio, inutile ed inefficace dei pets come per la vivisezione ed il divertimento (circhi, acquari, etc.).

Anche molte risate tra i ragazzi quando si sono mostrati video divertenti sulle “buffonerie” che sono capaci di compiere i nostri cari amici a quattro zampe.

L’iniziativa è stata molto apprezzata infatti i soci si recheranno ancora nella scuola Rutigliano lunedi 20 e martedi 21 dicembre 2010 per incontrare gli altri studenti.

Altri incontri sono in programma all’inizio del nuovo anno con le scuole che hanno risposto positivamente all’iniziativa, i cui docenti hanno mostrato ancor prima dei loro studenti interessamento e sensibilità alle tematiche oggetto dell’incontro. Ovviamente se chi insegna e chi educa gli studenti Bitontini non mostra un minimo riguardo per tali tematiche non possiamo far altro che prepararci ad un acuirsi dei livelli di zoointolleranza e zoofobia.

Carmine Massarelli

Newsletter

Loading...Loading...